IL MARCHIO SUPREME DI CHAPTER 4 di NEW YORK E’ INAMMISSIBILE ALLA REGISTRAZIONE

NUOVO STEP NELLA BATTAGLIA LEGALE PER IL MARCHIO “SUPREME” PER l’ UFFICIO MARCHI DELL’ UNIONE EUROPEA IL MARCHIO SUPREME DI CHAPTER 4 di NEW YORK E’ INAMMISSIBILE ALLA REGISTRAZIONE PERCHE’ DESCRITTIVO E PRIVO DI CARATTERE DISTINTIVO.

Importante decisione dell’Ufficio dell’Unione Europea per la Proprietà intellettuale (EUIPO) Londra, 4 maggio 2018. – Con comunicazione del 25 aprile 2018 l’EUIPO ha rifiutato la domanda di registrazione del marchio dell’Unione europea presentata da Chapter 4 di New York con riferimento al segno Supreme per i settori abbigliamento e accessori per la vendita al dettaglio e online. L’Ufficio ha infatti deciso di riesaminare la domanda di Chapter 4 (che nel frattempo era stata pubblicata) a seguito delle osservazioni inviate da un terzo e basate sulla descrittività e sulla carenza di carattere distintivo del marchio in questione. Nella procedura di riesame l’Ufficio ha qualificato il marchio Supreme come descrittivo in quanto il consumatore medio delle lingue inglese e romena attribuirebbe al segno il significato “di massima qualità”. Per tale ragione il consumatore medio di riferimento percepirebbe tale segno come informativo sulla qualità dei prodotti e dei servizi in questione (ossia che gli stessi sono di massima qualità). Inoltre, e per le stesse ragioni, l’Ufficio ha ritenuto che il marchio sia inoltre privo di carattere distintivo, in quanto percepito solo come un messaggio promozionale elogiativo, inidoneo a identificare una origine commerciale. Conclusivamente, quindi, l’EUIPO ha rifiutato la registrazione di Supreme ai sensi dell’art. 7 paragrafo 1 lettere b) e c) dell’art. 7 paragrafo 2, del Regolamento sul marchio dell’Unione Europea. Quanto ritenuto dall’Ufficio dell’Unione Europea per la proprietà intellettuale costituisce una importante ed autorevole presa di posizione in sede comunitaria circa la invalidità del segno Supreme; e potrebbe presto riverberare i suoi effetti anche sulle registrazioni nazionali di Chapter 4, che riguardano tutte lo stesso segno (o segni similari) e quindi presentano le stesse carenze relativamente alla natura descrittiva e alla carenza di carattere distintivo. La comunicazione dell’EUIPO cambia anche i rapporti di forza nella campagna mediatica e giudiziaria che Chapter 4 ha lanciato dal 2017 contro i propri concorrenti, fra cui la società IBF (International Brand Firm) e i suoi distributori, che sono stati colpiti da azioni civili e penali, in Italia e all’estero, ed hanno subito gravi danni economici e d’immagine. “Quando siamo stati attaccati abbiamo immediatamente detto che il marchio Supreme non era valido perché descrittivo; eppure non siamo stati ascoltati” – ha dichiarato Gianfranco Laneve, Direttore Commerciale di IBF. “Abbiamo dovuto subire provvedimenti di inibitoria e sequestri penali, oltre ad un’estesa campagna mediatica, anche tramite l’uso spregiudicato di influencer e social media, che ci ha dipinto come “grandi contraffattori” di un marchio forte e internazionalmente noto. Siamo stati costretti di fatto a sospendere la presenza sul mercato italiano. Tutto questo per un marchio che invece è risultato invalido, come noi avevamo sempre sostenuto. Chi ci ripagherà dei danni subiti?”. IBF ha sempre confidato nella giustizia ed oggi, grazie alla decisione dell’EUIPO (che si aggiunge ai dissequestri ordinati da alcune Procure e Tribunali italiani, oltre alla decisione dell’Ufficio Marchi Spagnolo), può proseguire con ancora maggiore fiducia nella difesa delle proprie ragioni per poter continuare nelle proprie legittime attività commerciali.

Qui un video che paragona la qualita’ di Supreme Italia con quella di Supreme Americano.

 

 

More Articles for You

Supreme Italia continua ad operare nel mercato cinese

Supreme Italia continua ad operare nel mercato cinese. La IBF smentisce le ultime dichiarazioni fuorvianti apparse su numerosissime testate giornalistiche, …

IBF anche in Spagna vince con Supreme Spain contro la societa’ di James Jebbia

Dopo vari tribunali in Italia e la Cassazione cosi ha deciso il tribunale di Barcellona Ci giunge notizia in esclusiva …

Prodotti a machio Supreme Italia e Supreme Spain della IBF completamente legittimi

A dirlo e’ anche la Corte Supreme di Cassazione con sentenza dello scorso luglio. Supreme non e’ un termine monopolizzabile …

Tribunale del Riesame di Trani: Svolta legale nel caso Supreme Italia, Supreme Spain Vs Chapter 4 (Supreme New York)

Il giudice del riesame di Trani ha messo seriamente in dubbio la sentenza del Tribunale di Milano dello scorso gennaio che ha di fatto …

Supreme Italia – Supreme Spain e Supreme della IBF sono LEGAL e assolutamente non FAKE

Guerra aperta su ogni fronte tra supreme New York e la società IBF con sede a Londra, che dopo aver …

Europen Union refuses to register Supreme NewYork as trademark

The European Unions Intellectual Property Office (EUIPO) ruled that the Supreme brand is NOT permitted to become a registered trademark in the European Union.  The …